Il dollaro australiano si avvicina mentre la Cina CPI si allontana, l’Iran si concentra ancora

Il dollaro australiano è in un territorio in forte crescita. Questi forti tassi di crescita continuano nel mezzo di varie sfide interne che India e Cina hanno affrontato. Non è solo il valore del dollaro australiano ad essere forte. Il tasso di crescita è veramente diversificato tra diversi sottoindici.

Ora è l’unico grande paese del G-20 in grado di resistere a queste mosse da tutte le altre valute enormi. Gli Stati Uniti sembrano scivolare verso il collasso e la Cina sembra un caso economico. I guai economici in stile giapponese continuano a rotolare attraverso il Pacifico mentre tentano di arginare la loro apparentemente infinita serie di perdite e rivitalizzare la nazione manifatturiera un tempo leader nel mondo.

Sì, i cambiamenti interni hanno creato l’ambiente vantaggioso per un cambio di leadership efficace tanto necessario. Il voto di fiducia dal mondo e da casa può certamente aiutare a riparare l’immagine esterna dell’Australia.

La Federal Reserve ha investito molto nei recenti pacchetti di incentivi economici per mantenere bassi i tassi di interesse. Di conseguenza alla moneta è stato permesso di resistere abbastanza bene di fronte a un forte contesto economico.

La crescita dovrebbe essere costante mentre la Cina riapre i suoi mercati e si allontana dai programmi di manipolazione valutaria difettosi che hanno danneggiato la popolazione domestica nell’ultimo decennio. Con un’economia più sana e un ambiente di prestiti aggressivo, il Dollaro australiano si dirige verso un territorio inesplorato.

Senza entrate provenienti da miniere e altre aree generatrici di petrolio, il mercato globale delle materie prime si è notevolmente raffreddato. Il mondo cercherà altri prodotti come l’agricoltura e altri prodotti per ricostruire la sua dipendenza dal petrolio e dal gas.

L’economia continua a riprendersi con il lento aumento del tasso di interesse da parte della Fed per evitare che l’economia si sviluppi a spirale in un’altra recessione. Ciò ha permesso agli attuali tassi di crescita di mantenersi solidi nonostante le economie che rallentano sempre di più. Altri indicatori economici mostrano un miglioramento della crescita reale del dollaro rispetto al potenziale del tasso distorto. Altri indicatori domestici mostrano che la produttività rimane più robusta che mai. Con il mercato asiatico che mostra segni di stabilizzazione commerciale, l’Australia continuerà ad essere la valuta più forte su tutta la linea.

È solo una questione di tempo fino a quando la forza del valore della valuta locale non è supportata da un sistema finanziario stabile. Si spera che l’attuale lieve miglioramento dei rating del credito consenta al governo australiano di trarre vantaggio dai potenziali finanziamenti pubblici sotto forma di pacchetto di aiuti da parte del governo degli Stati Uniti. È a questo punto che il rischio economico sarà più facile da gestire.

L’economia deve ora avere la possibilità di risolvere alcuni degli errori del piano di riforma economica. È solo una questione di tempo prima che il dollaro superi il limite dato che questi prezzi dei prodotti alimentari continuano ad aumentare e i disoccupati iniziano a riversarsi nei campi.

La linea di fondo è che un dollaro australiano stabile e forte porterà a guadagni economici per tutti. Mentre le economie della Cina e dell’India diventano instabili, è quasi certo che il dollaro continuerà a salire.